L’aumento sulle bollette che circola in rete spiegato in 2 parole: bufala o no?

Secondo il messaggio che sta circolando su WhatsApp, nelle prossime bollette della luce ci sarebbe un aumento dai 30 a 35 euro. Verità o bufala? 

Siamo rimasti tutti un po’ vittima della news che circola in questi giorni sulla rete e sui cellulari ma la verità sta nel mezzo.

Tutto è partito da un’articolo del ‘Il Sole 24 Ore’ che aveva pubblicato la notizia secondo cui l’insoluto delle bollette elettriche non pagate dai morosi verranno messe a carico di tutti gli altri consumatori elettrici, quelli che saldano con regolarità il conto della luce.

Altro Consumo, chiamato in causa, smentisce questo messaggio. Semplicemente perché ancora non è stato deciso nulla: infatti non si conosce la cifra reale del danno economico procurato e quindi non è nemmeno possibile quantificare l’aumento. Si specifica anche, che almeno per quest’anno, non sono previsti aumenti sulla fornitura. Impossibile, quindi, arrivare alle cifre di 30-35 euro: l’aumento sarà irrisorio e, senza tanto clamore e catene di Sant’Antonio, probabilmente non ce ne saremmo neanche accorti.

In sostanza l’allarme e il messaggio che gira dei 35 euro è una bufala, il problema del buco di chi non paga no, arrabbiamoci ma non scandalizziamoci se dovesse accadere che pagheremo per chi no lo fa.

Del resto è sempre stato così purtroppo, perché le bollette aumentano? Aumentano anche perché in Italia abbiamo chi si lamenta che le cose non vanno ma non paga il dovuto e noi lo paghiamo per lui.

Perché il prezzo dei mezzi pubblici aumenta? Perché c ‘è chi scavalca i tornelli!

E sempre stato così, non lamentiamoci abbiamo quello che meritiamo e un paese che non sa punire chi sbaglia.

«Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo»

Mahatma Gandhi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *